0

The Structure of Magic, La Struttura della Magia. Vuoi diventare Harry Potter ? Sei sulla strada giusta

Sei pronto a diventare un mago ?

The Structure of Magic (Volume I and II), La struttura della Magia è un libro che ti aiuterà in questo.IMG_9295

Naturalmente non parliamo della magia che fa sollevare oggetti, comparire o scomparire qualcuno, o cose del genere, parliamo di qualcosa di molto più potente ed interessante, con questo libro imparerai a fare incantesimi di crescita e cambiamento, non leggerlo a meno che tu sia pronto a cambiare la tua vita e quella delle persone che hai intorno.

Il libro

La struttura della magia è il primo libro scritto da Bandler e Grinder sulla Programmazione Neuro-Linguistica. Scritto negli anni 70, il suo scopo è quello di fornire a chiunque sia interessato gli strumenti per operare nelle persone cambiamenti profondi e duraturi.

Gli autori, dopo aver studiato i modelli dei più grandi terapeuti del tempo, Milton Erickson, Virginia Satir e altri, scrissero questo libro (nella versione inglese sono due volumi distinti) per trasmettere gli strumenti utilizzati da questi terapeuti a chiunque fosse interessato.

Naturalmente non fornisce strumenti per fare una terapia completa, tantomeno l’aver letto questo libro fa del lettore un terapeuta, ma fornisce ottimi strumenti per aiutare le persone, qualunque sia il tuo lavoro.

Ti avvicinerai nella lettura ad espressioni come “la mappa non è il territorio”, scoprirai cosa significa e imparerai:

  • ad operare su quella mappa per allargarla e modificarla leggermente,
  • a fare la domanda giusta al momento giusto per ottenere il cambiamento,
  • a capire come le persone si rappresentano il mondo e come interagire con “mondi diversi”,
  • a comunicare in maniera più efficace con gli altri e con te stesso,
  • a fare incantesimi di crescita e potenzialità,
  • i principali processi che operiamo nel rappresentarci il mondo,
  • e molto altro …

 

 

Attenzione!

Gli strumenti contenti in questo libro sono molto potenti ma se usati in continuazione e a sproposito possono causare reazioni poco garbate, insulti e altro, capirai leggendo il perché.

Naturalmente la sola lettura di questo libro non basta per ottenere risultati tangibili e sistematici, serve anche fare pratica dei contenuti del libro e completare la propria formazione con altri strumenti.

Il mio parere

Inizio con un consiglio, se ne hai la possibilità, leggilo in inglese (per farlo devi avere un’ottima conoscenza dell’inglese perché si parla di linguistica ed è importante comprendere bene tutti i passaggi), i libri letti in originale, secondo me, hanno tutto un altro valore rispetto alle traduzioni, inoltre la traduzione è a tratti imprecisa e letterale, rendendo poco facile la piena comprensione dei contenuti (specialmente  negli esempi, molti sono tradotti alla lettera e sono quasi senza senso).

Valutazione comprensiva della versione italiana: 8/10

Unica pecca è la traduzione (per lo meno nella versione che ho letto io del 1981) se nelle ristampe è stata migliorata, per favore segnalatemelo e provvederò alla correzione del post)

Valutazione complessiva della versione inglese: 9/10

La lettura è, a mio parere, a tratti pesanti per via delle spiegazioni tecniche di alcuni aspetti linguistici. Un libro fondamentale comunque per chi voglia diventare un esperto nell’utilizzo del Metamodello come strumento per il coaching.  

Buona Lettura !

 

 

Se vuoi, lascia un commento dicendomi cosa pensi tu del libro e/o della recensione.

Grazie !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *